Zähne natürlich aufhellen – candybrain.de

Uno schema minerario che coinvolge Bitcoin e una forchetta Bitcoin è stato sbattuto dai regolatori filippini per essere un presunto schema Ponzi.

  • Le autorità hanno messo in guardia contro un presunto schema Ponzi, basato sulle miniere di Bitcoin nelle Filippine.
  • Gli investitori possono guadagnare fino a 92 dollari al giorno, in base al loro investimento iniziale.
  • L’azienda ha poi negato le richieste di risarcimento e afferma che continuerà ad operare indipendentemente dall’azione legale.

La Philippines Security and Exchange Commission

La Philippines Security and Exchange Commission ha avvertito l’opinione pubblica di stare alla larga dalla società mineraria Bitcoin „Mining City“, un presunto schema Ponzi, come da comunicato ufficiale.

Secondo il suo sito, Mining City offre sei pacchetti minerari agli investitori, che vanno dai 300 ai 12.600 dollari, per il noleggio delle sue macchine minerarie per estrarre la „Bitcoin Vault“ – una forchetta Bitcoin che rende altamente improbabile la pretesa di avere una sicurezza migliore della Bitcoin. I noleggiatori possono quindi aspettarsi dai 2 ai 92 dollari in pagamento ogni giorno in base al piano che acquistano.

Ma quelle promesse hanno alzato bandiera rossa per la SEC filippina. Ha descritto nel suo avvertimento:

„Lo schema impiegato da Mining City mostra chiaramente l’indicazione di un possibile schema Ponzi in cui i nuovi investitori vengono utilizzati per pagare „falsi profitti“ agli investitori precedenti ed è progettato principalmente per favorire i suoi migliori reclutatori“.

Il regolatore ha aggiunto che Mining City è un’entità senza licenza che opera illegalmente nel paese con le linee guida necessarie per gli scambi di valuta virtuale.

Promotori a pagamento

Come da comunicato, il CEO di Mining City Gregory Rogowski, il team leader Anthony Aguilar e Jhon Rey Grey, l’amministratore della pagina Facebook di Mining City, sono stati identificati come personale chiave coinvolto nel progetto.

Per ora, la SEC ha consigliato a tutti i cittadini filippini di „smettere di investire nei piani offerti da Mining City o da entità che si impegnano in contratti intelligenti, valute criptate o scambi di beni digitali che non sono registrati presso la commissione“.

I promotori di tali programmi possono anche essere perseguiti penalmente con multe superiori a 100.000 dollari o con la reclusione fino a 21 anni.

Nel frattempo, Mining City sembra imperterrita. Un avviso sul suo sito web afferma che continuerà a funzionare anche se la sua attività, o sito web, dovesse essere chiusa da qualsiasi governo. Ha persino affermato che il governo non può chiuderla perché è decentralizzata e „libera da qualsiasi autorità“.

Gli schemi Ponzi basati su Crypto e le relative truffe hanno rappresentato oltre 4,3 miliardi di dollari di fondi rubati e malversati solo nel 2019, come da un precedente rapporto della società di analisi a catena Chainalysis. I truffatori di solito attirano vittime credulone con l’esca di facili profitti, che si rivelano essere il più delle volte un classico schema piramidale.

Parliamo dei pericoli del decentramento.